Stop being what you do and start doing what you are. Find your light and illuminate your way and that of others

Smetti di essere ciò che fai e inizia a fare ciò che sei

Stop being what you do and start doing what you are. Find your light and illuminate your way and that of others

Smetti di essere ciò che fai e inizia a fare ciò che sei

Qualche tempo fa, ascoltavo per radio un’intervista ad Andrea Strozzi, autore del libro “Vivere basso, pensare alto”, un libro che consiglio di leggere a tutti.

 

Smetti di essere ciò che fai e inizia a fare ciò che sei. Consiglio di leggere questo libro di Andrea Strozzi, Vivere Basso, Pensare Alto

 

Devo dire, ero davvero entusiasta di ascoltare le sue parole, dalle quali ho elaborato la frase che è divenuta poi il titolo di questo articolo:

“Smetti di essere ciò che fai e inizia a fare ciò che sei”

Già! Ma che cosa vuol dire?

 

Se ci pensi, a meno che tu non faccia parte di un gruppo o una comunità di persone contro tendenza, sono davvero pochi gli individui che conosci che ritengono realmente e con profonda sincerità di essere pienamente soddisfatti della propria vita lavorativa.

Parlo di vita lavorativa poiché purtroppo, ad oggi, il lavoro occupa quasi per intero la nostra giornata:

  • 7/8 ore di sonno in media
  • 3/4 ore tra colazione, pranzo, cena e relativa spesa
  • 1/2 ore in media per raggiungere il posto di lavoro
  • 6/8 (talvolta anche 10) ore di lavoro al giorno
  • 7/2 (0 nel caso ne lavori per 10) ore rimaste al giorno per fare ciò che desideri…

Facendo due conti, sommando i numeri prima dello slash / e quelli dopo lo slash / , si arriva a 24 ore giornaliere.

 

E NEL NOSTRO TEMPO LIBERO … ?

Quali sono le cose che generalmente desideri fare? Tiriamo giù una piccola lista molto generica:

  1. Stare assieme al tuo partner?
  2. Stare assieme alla tua famiglia? Assieme ai tuoi figli?
  3. Dedicare del tempo per te stesso, leggendo un libro o guardando un film?
  4. Fare una passeggiata per il parco, per le stradine di città?
  5. Fare shopping?
  6. Dedicarsi a qualche hobby, o progetto parallelo di vita come costruire una casa di proprietà per la tua famiglia o per i tuoi figli?
  7. Scrivere articoli sul proprio blog?
  8. Fare giardinaggio? Dedicarsi al giornalismo? Alla pittura? Alla musica? Oppure ancora alla cucina?

 

E tu credi realmente di riuscire a dedicarti a questi bei progetti, o questi passatempo, avendo a disposizione le poche ore che ti sono rimaste a disposizione? E se la tua risposta è SI, pensi di poterlo fare in completa serenità?

O è più probabile che ti senti così stanco per tutte le cose che fai durante il giorno che, quando arrivi a fine lavoro, decidi di non fare praticamente nulla e riposarti, magari stendendoti sul divano davanti alla televisione?

 

ALLA FINE SI FINISCI PER RINUNCIARE AI TUOI SOGNI

Ebbene buona parte della realtà è questa, molte persone sono talmente stanche e stressate a causa del proprio lavoro che finiscono con il rinunciare a propri sogni, ai propri desideri, ai propri obiettivi. Un amico psicologo e personal coach mi ha raccontato che moltissime tra le persone che ha incontrato ritenevano di aver sprecato la loro vita lavorando troppo e dedicandosi poco ai propri affetti o ai propri desideri.

Sapevi che nel 2013, le statistiche dicevano che 6 persone su 100 prendono farmaci per abbassare i livelli di tensione e di ansia? Sembra che negli ultimi anni questo dato stia ancora crescendo, arrivando quasi ad 1 persona su 10.

 

Se sei tra quelle persone che ritengono che “alla fin fine questa è la vita”, o che sia giusto che le cose vadano così o ancora che qualsiasi cosa tu faccia non cambierai mai la situazione… allora ti dico subito questo articolo non fa per te!

 

Puoi smettere di leggere adesso e dedicarti alla vita che hai sempre condotto sino ad oggi. Altrimenti, se credi sia vero ciò che sto dicendo… quanto credi sia giusto tutto ciò? Non pensi sia venuto il momento di ripensare e direi anche modificare qualcosa nella tua vita?

 

Smetti di essere ciò che fai e inizia a fare ciò che sei. Comprendi chi sei ed agisci!

 

Smetti di essere ciò che fai…

vuol dire proprio questo!

 

Smetti di essere un automa, smetti di comportarti come se oramai il tuo lavoro fosse entrato nel tuo DNA e ti avesse plasmato a sua immagine e somiglianza, smetti di lasciarti trasportare dalle opinioni comuni e inizia a ragionare con la tua testa, a dare ascolto al tuo cuore. E se la parola “cuore” ti fa sembrare questo discorso troppo infantile, allora cambiala con coscienza interiore.

 

TU SEI SPECIALE, SAPPILO!

Tu, mio caro lettore sei un essere vivente straordinario, dotato di emozioni e di capacità infinite. Ritenerti come tutti gli altri, definirti ed etichettarti con un nome datoti dalla società è pura follia. Tu sei, che tu lo voglia oppure no, un essere speciale, il cui obiettivo ultimo è quello di diventare semplicemente te stesso. Dove “semplicemente te stesso” vuol dire trovare il senso della tua vita, comprendere a fondo il motivo per cui sei nato e far sì che l’essere eccezionale che sei si manifesti al mondo nella sua pienezza… che possa fiorire, sbocciare e irradiare la propria luce attorno a sé, illuminando tutti coloro che hanno bisogno di vedere la tua luce per poter ritrovare la loro.

Smetti di essere ciò che fai e inizia a fare ciò che sei. Ritrova la tua luce e illumina la tua strada e quella degli altri

 

…inizia a fare ciò che sei” significa quindi, ascolta te stesso. Segui la tua guida interiore, ascolta la musica dentro di te e percorri i passi che ti indica, anche se questi dovessero rivelarsi complicati, contro il pensiero della massa. Ma fa attenzione affinché questo modo di essere non implichi sofferenze altrui.

Ritrovare se stessi e seguire la propria strada deve sempre tener conto del rispetto per tutti gli altri (uomini, donne, bambini, anziani, animali e esseri viventi di qualsiasi specie). In altre parole non nuocere gli altri, anzi dona loro amore e gentilezza, sii cordiale e impara a non reagire quando il tuo impulso è mosso dalla rabbia. Aspetta e ascolta il tuo respiro, quando si calma e ritrovi la tua pace (che dipende solo e soltanto da te stesso) allora rispondi.

Smetti di essere ciò che fai e inizia a fare ciò che sei. Segui la musica dentro di te

 

Uno stile di vita vegan igienista, comporta proprio questo. Lascia che gli altri siano ciò che desiderano essere e tu sii ciò che sei nato per essere … e nel far ciò riconosci la felicità, il benessere, la pace nell’anima e la calma nel tuo spirito…

Tu sei come un fiore… per cui trova la forza e il coraggio si sbocciare!

Smetti di essere ciò che fai e inizia a fare ciò che sei. Tu sei come un fiore, quindi trova la forza di sbocciare!

 

Un abbraccio di luce!

 

 

I miei libri

Iscriviti alla newsletter!

Riceverai in regalo l'estratto della Guida: "Guarire dalla Psoriasi in modo naturale e definitivo"

Post recenti

COVER medicina allopatica un tunnel di non ritorno

Medicina allopatica: un tunnel di non ritorno

Vi sono diversi aspetti negativi che riguardano la medicina allopatica (o convenzionale). Quello più negativo riguarda i “mezzi” che usa: vaccini, iniezioni, medicinali, chemioterapie, radioterapie,

Iscriviti alla newsletter per ricevere in regalo un estratto della mia guida
"Guarire dalla Psoriasi"

Lascia un commento