latte-vaccino-perche-fa-male-alle-ossa

Perché il latte vaccino fa male alle ossa?

latte-vaccino-perche-fa-male-alle-ossa

Perché il latte vaccino fa male alle ossa?

Molto spesso si dice che bere latte vaccino (latte di mucca) porti ad un incremento di calcio nelle ossa.

Niente di più sbagliato e fuorviante!

L’idea secondo cui il latte andrebbe a calcificare le ossa è soltanto una delle infinite e strampalate idee che la medicina tradizionale, assieme alla propaganda della falsa informazione, ha contribuito a diffondere per interessi economici e privatistici.

A distanza di anni, purtroppo, questa convinzione è rimasta ancora oggi un luogo comune che non ha alcuna base scientifica e non corrisponde alla verità.

Vediamo il perché!

INDICE

  1. L’esempio di Raffaella
  2. Il Calcio e l’acidità rilasciata dalle proteine animali
  3. Cornetto e cappuccino acidificano e decalcificano

~

 

L’ESEMPIO DI RAFFAELLA

Latte vaccino: davvero ne stiamo ancora parlando?

Innanzitutto se davvero il latte calcificherebbe le ossa, molte persone che hanno sin dalla nascita riscontrato una forte intolleranza o un’allergia al lattosio o alle proteine del latte e che per forza di cose hanno dovuto fare a meno di latte, formaggi e latticini, ad oggi dovrebbero avere le ossa così fragili da rischiare una frattura ogni qualvolta inciampano e cadono a terra accidentalmente.

Vorrei raccontarti brevemente la storia di una cara amica di famiglia, Raffaella.

Come molte persone al giorno d’oggi, Raffaella aveva riscontrato, sin dai primissimi anni di vita, una grave allergia al lattosio.

Come conseguenza di questo accertamento, Raffaella non ha mangiato nulla che avesse a che fare con latte e derivati del latte, per oltre 40 anni.

Un giorno la vediamo camminare nel parco zoppicando leggermente e mia mamma, avvicinandosi a lei in macchina, le chiese che cosa fosse accaduto.

Raffaella disse che era inciampata per le scale e che era andata in ospedale per una probabile frattura ossea della tibia destra.

Attenzione, qui viene il bello!

Una volta in ospedale, Raffaella si sottopose ad una MOC (una mineralometria ossea computerizzata), ovvero un esame che permette di misurare esattamente la densità minerale ossea (Bone Mineral Density, BMD), cioè la quantità (espressa in g/m2) di minerali presenti nello scheletro.

Incredibilmente, le analisi mostrarono una consistenza delle ossa di gran lunga superiore alla media, considerando persone della sua stessa età naturalmente.

Ma come si spiega questo?

I Mass Media stanno forse sponsorizzando uno, o per meglio dire, una serie di prodotti caseari urlando ai quattro venti l’aspetto benefico nutrizionale che questi prodotti apporterebbero, mentendo spudoratamente?

SI!

E per quale motivo mentirebbero? Per due sostanziali ragioni:

1. Per ignoranza;

2. Perché hanno a cuore i loro interessi molto più di quanto possa interessar loro la nostra salute.

~

 

IL CALCIO E L’ACIDITÀ RILASCIATA DALLE PROTEINE ANIMALI

latte vaccino e ossa

E’ necessario sapere che il latte (dicasi lo stesso per tutti i suoi derivati) ha SI del calcio al suo interno, ma contiene anche le proteine animali che sono estremamente in eccesso rispetto al fabbisogno quotidiano medio dell’uomo.

Questo eccesso proteico interferisce in modo rigoroso contro l’assorbimento del calcio da parte dell’organismo stesso.

In che modo esattamente interferisce?

Innanzitutto l’eccesso di proteine deve essere smaltito dal fegato e dai reni, costringendo questi organi ad un super lavoro.

Queste proteine inoltre, a differenza di quelle vegetali, aumentano il carico acido dell’organismo.

Ciò sta a significare che il nostro sangue (di base tendenzialmente alcalino) e i nostri tessuti diventano più acidi.

Ad esempio, l’acido solforico, di cui le proteine animali sono ricche, è un acido estremamente potente e dannoso, che il nostro corpo deve assolutamente (e nel tempo più breve possibile) neutralizzare.

Per neutralizzare l’acido, l’organismo si serve del calcio!

Tuttavia questo calcio dev’essere pur preso da qualche parte. Per cui la domanda sorge spontanea:

Qual’è la fonte migliore dalla quale ottenerlo?

Ovviamente … le ossa!

Cerchiamo di fare un po di chiarezza, con un semplice esempio.

~

 

CORNETTO E CAPPUCCINO ACIDIFICANO E DECALCIFICANO

latte vaccino e ossa colazione tipica italiana

In sostanza, immagina di bere una tazza di latte o un cappuccino con a fianco un cornetto provvisto di latte, burro e uova (tipica colazione italiana). Cosa succede?

Il latte rilascia il calcio al nostro organismo. Tutto qui? No, per la verità il latte rilascia anche le proteine animali, le quali come abbiamo detto sono cariche di acidi.

Questi ultimi, poiché hanno bisogno di essere smaltiti, devono essere tamponati dal calcio. Così l’organismo cede quel calcio che poco prima aveva ricevuto in prestito da quella fresca tazza di latte (o cappuccino) e da quel delizioso cornetto.

E qui nasce il problema!

Il calcio rilasciato dalla tazza di latte NON BASTA per smaltire gli acidi apportati dalle proteine rilasciate dalla medesima tazza di latte.

Quindi che succede? Il nostro organismo decide di lasciare lì le proteine rimanenti, sperando che prima o poi si dissolvano autonomamente?

Tutt’altro.

Attenzione a questo passaggio!

Il nostro organismo ben consapevole che quelle determinate proteine animali aumentano l’acido metabolico, chiede ad una fonte “inesauribile” di calcio, ovvero le nostre ossa (che ovviamente inesauribili non sono), un prestito” per poter smaltire gli acidi metabolici che altrimenti arrecherebbero consistenti danni al nostro organismo.

Ebbene, se applichiamo lo stesso ragionamento per centinaia e centinaia di altrettanti esborsi, causati dalla nostra “benevola” ignoranza nei riguardi di ciò che decidiamo di gettare giù per il nostro esofago, comprendiamo come le nostre ossa possano diventare sempre più fragili e soggette a diverse patologie, tra le quali l’osteoporosi.
Latte vaccino: davvero ne stiamo ancora parlando? Legame tra latte vaccino e le malattie delle ossa

Per osteoporosi si intende una condizione in cui lo scheletro è soggetto a perdita di massa ossea e resistenza causata da fattori nutrizionali, metabolici o patologici.  Lo scheletro è quindi soggetto ad un maggiore rischio di fratture patologiche, in seguito alla diminuzione di densità ossea e alle modificazioni della micro-architettura delle ossa. (Fonte: Wikipedia)

Rimanendo in tema “latte vaccino”, ti consiglio di dare un’occhiata anche ai seguenti articoli:

 

I miei libri

Post recenti

Benvenuta febbre

Benvenuta febbre

Che cos’è la febbre? Perché si manifesta? Come mai quando abbiamo la febbre si alza la temperatura corporea? La febbre è amica o nemica? E’

Vivere EGO Vivere ECO

Come si manifesta l’ego nelle persone? E ancor prima… cos’è l’ego? Il seguente articolo si pone anzitutto l’obiettivo di far chiarezza su questo argomento ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.