Una nuova presa di coscienza

Hai mai vissuto nell’arco della tua vita momenti in cui pensi che tutto ciò che fai quotidianamente debba cambiare, che sia arrivato il momento di prendere una decisione tale da scombussolare radicalmente il tuo futuro? 

Suppongo di si… ma in ogni caso, anche se la tua risposta dovesse essere no, ti consiglio di continuare a leggere comunque questo articolo!

Una nuova presa di coscienza

 

I MIEI STUDI IN SCIENZE NAUTICHE

Alcuni anni fa, precisamente ad Ottobre del 2014, terminai il mio percorso di studi in Scienze Nautiche presso l’università di Napoli Parthenope. Il voto di Laurea fu ottimo e ciò, unito alla mia forte serietà verso l’approfondimento di una materia, spinse il mio relatore a chiedermi di continuare gli studi poiché, mi disse, “di studenti come me l’università ne aveva bisogno“.

Ho una grande stima e un profondo rispetto per il mio professore, relatore della mia tesi e presidente di commissione di laurea. Ad oggi posso dire che in tutta la mia vita da studente, a cominciare fin dalle scuole elementari, soltanto tre professori mi hanno dato veramente qualcosa di importante, insegnamenti che tutt’oggi fanno parte del mio vivere quotidiano. Lui rientra tra questi tre.

 

QUALCOSA DI NUOVO ERA ALLE PORTE

Tuttavia, un’anno prima di laurearmi, quando per terminare il piano di studi mancavano circa  6 – 8 esami, avevo conosciuto qualcosa che aveva modificato il modo di vedere la mia vita e di conseguenza cambiato in me aspirazioni e desideri.

La scoperta che avevo fatto mi aveva letteralmente scioccato, nel senso positivo del termine intendiamoci! Conobbi qualcosa che aveva fatto nascere in me nuovi interrogativi, ben più profondi di quelli che avrei potuto mai immaginare. E questi interrogativi esigevano delle risposte, insomma avevo bisogno di trovare nuove certezze.

Non potevo immaginare che quelle certezze, una volta raggiunte, avrebbero cambiato la mia vita in maniera del tutto inaspettata.

 

UN CAMBIO DIREZIONALE CHE HA CAMBIATO TUTTA LA MIA VITA

Una nuova presa di coscienza

Decisi di alimentarmi in modo naturale, prediligendo la frutta e la verdura cruda… decisi di cambiare il mio atteggiamento nei confronti degli eventi e delle situazioni che giorno dopo giorno bussavano alla mia porta. Iniziai a guardare il mondo attraverso i suoi colori e le meraviglie che manifesta in ogni suo angolo… e tramutai i miei pensieri da negativi a positivi.

In altre parole decisi di

AMARE …

Amare quanto la vita avesse da donarmi,

anziché odiare il fatto che la vita stessa decidesse di togliermi quanto mi aveva donato!

 

La scoperta a cui mi riferisco nel paragrafo precedente riguarda la scoperta del mondo vegan, un mondo che mi ha affascinato e ha colpito la mia sensibilità in modo del tutto singolare.

Tuttavia, prima di fare questa scelta, ho valutato attentamente le conseguenze a cui potevo andare in contro. Ho studiato molto attentamente il materiale di cui andavo alla ricerca, ho letto molti libri ed ho conosciuto molte persone che mi hanno indotto a pensare che quella strada fosse…

LA mia strada.

 

UNA SCELTA ETICA E SALUTARE

Diventare vegan, non solo apporta un forte aiuto alle forze animaliste che giorno per giorno si danno da fare affinché il mondo apra i suoi occhi e capisca quante ingiustizie avvengono “dietro il sipario”, semplicemente comprando al supermarket sotto casa 100 gr di affettato, ma migliora notevolmente lo stato della nostra salute (non soltanto fisica, bensì anche mentale).

Attraverso questa scelta, noterai come molti di quei fastidi fisici a cui sei soggetto da tempo a questa parte, come le malattie, croniche o no, della pelle (psoriasi, impetigine, eczemi, acne, dermatite, eritemi, etc.) le influenze stagionali e non, raffreddori, mal di testa e via dicendo… gradualmente andranno via lasciando al tuo corpo la piena libertà di esprimere al meglio la sua salute e la sua bellezza.

La lista dei benefici è molto lunga e comprende anche la guarigione da problemi più gravi come malattie delle ossa e delle articolazioni, diabete, malattie cardiovascolari e persino tumori. E siccome il nostro corpo va osservato e studiato nella sua completezza, ovvero attraverso una visione olistica del suo insieme, è bene sapere che questa scelta contribuisce a migliorare anche i problemi della psiche.

Insomma la scelta vegan apporta benefici in ogni campo.

 

MA COME E’ POSSIBILE?

Perché? Semplicemente perché finalmente l’uomo inizia a nutrirsi nel modo giusto, nel modo più adeguato nel rispetto delle richieste del proprio organismo. Ad esempio i 9 amminoacidi che vengono considerati “essenziali” in quanto il corpo non riesce ad auto produrli da sé, sono tranquillamente ottenibili dalle verdure e dalla frutta quali ad esempio la mela, la carota ed il sedano.

Per quanto riguarda gli omega 3, li si può trovare nel cavolo cappuccio insieme ad altri elementi quali ferro, calcio e omega 6. Ma questo è soltanto un esempio… ogni frutto ed ogni verdura contiene una quantità smisurata di sostanze ed elementi nutrienti necessari al nostro fabbisogno energetico giornaliero.

 

UNA NATURALE DISINTOSSICAZIONE

La formula vegan, che consiste in un alimentazione più leggera in termini di digestione, consente di liberare il corpo in modo più facile ed in modo più veloce dalle tossine.

Immagino che chiunque si sia minimamente interfacciato al mondo della salute abbia ben compreso quanto siano dannosi alimenti quali zucchero, carne (specie quella rossa, ma anche la bianca), latticini, farine bianche, uova, sale, pesce e crostacei. Vogliamo parlare del fritto? Credo che non ce ne sia bisogno (almeno non in questo articolo).

Sappiate invece che la FRUTTA …. è l’alimento principe per l’essere umano! Dicasi lo stesso, o quasi per le verdure crude.

 

CONTENUTO D’ACQUA NELLA FRUTTA E NELL’UOMO

Facciamo una semplice analogia: sai quanta acqua c’è all’interno di un frutto o di una ortaggio? Circa dal 74% (per una banana) al 90% e oltre (98% per un’anguria). Cetriolo 96%, lattuga e sedano 95%, e così via.

E sapresti dirmi invece da quanta acqua è composto il corpo umano? Secondo recenti studi svolti da Gerald Pollack, professore di Bioingegneria presso l’Università di Washington, il contenuto di acqua nel corpo umano può arrivare fino al 99%.

Ciò, assieme a tanti altri studi, ragionamenti e deduzioni, indurrebbe a pensare che la frutta e la verdura siano IL CIBO IDEALE per noi.

A tal proposito, ti consiglio di dare un’occhiata anche a questo articolo:

 

GLI INCREDIBILI BENEFICI

E’ chiaro che le abitudini sono difficili da sradicare, ma col tempo credimi chiunque può cambiare…. anche tu, se lo desideri!

Tempo fà, ero un divoratore di carne, latte vaccino, biscotti di ogni tipo e mozzarella… Questi insieme alla pasta, al pesce erano la base della mia alimentazione. Oggi, da circa 8 anni a questa parte, nutro il mio corpo in modo prevalentemente vegan e sono vivo, vegeto e pieno di forze. Aggiungo che non ho mai preso alcun integratore e ho smesso di prendere ogni sorta di farmaco.

Ho molta più concentrazione di prima e fisicamente rendo oltre le mie aspettative. Quando mi applico nel mio studio di ricerca e nel lavoro, l’energia sembra non abbandonarmi mai.

 

ARRANCARE O VIVERE?

Una nuova presa di coscienza. Un cambio direzionale

Così, dopo aver conosciuto queste verità in merito a salute, etica e ambiente… ho sentito dentro di me il desiderio di voler informare il mondo e far sapere che c’è un’alternativa al ricovero in ospedale, al rivolgersi al proprio medico curante, allo spendere fior di quattrini in farmacia per dei medicinali che poi di fatto non guariscono un bel nulla, al contrario ti aiutano ad arrancare.

Ma la domanda che ti devi porre è:

vuoi ARRANCARE?

o

vuoi VIVERE?

 

Sappi che la differenza è enorme!

 

Pensaci un attimo? Ma l’uomo, quando nacque, centinaia di migliaia di anni fa, è nato con la farmacia “dietro casa”? E’ nato con a fianco un albero di merendine per lo più chimiche o a fianco ad un albero di frutta?

 

NASCIAMO DALLA NATURA E DI CONSEGUENZA SIAMO PARTE DI ESSA

Noi siamo nati dalla natura, da un corpo perfetto qual’è quello dell’essere umano… che non si autodistrugge per via di virus, batteri, e quant’altro ma che sia ammala semplicemente a causa della nostra ignoranza in quanto ad alimentazione e stile di vita.

E’ chiaro che ci si invecchia lo stesso, ma almeno lo si fa nella maniera giusta, vivendo senza acciacchi, senza dipendenza dai medicinali, con la  capacità e l’energia di farsi una camminata lunga anche all’età di 90 anni ed oltre.

Oggi se ho scelto di contribuire alla divulgazione di queste conoscenze attraverso il mio blog (ma anche attraverso consulenze private e conferenze pubbliche) è per aiutare tutti coloro che desiderano davvero ritrovare il proprio benessere, uno stato di salute ottimale privo di malattie degeneranti e con le consapevolezze che rendono una persona libera dalla schiavitù dei trattamenti allopatici e delle visite mediche.

 

E tu, cosa vorrai fare d’ora in avanti nella tua vita?

 

Se desideri avere un nuovo spiraglio di luce, ti consiglio di leggere:

 

Alimentazione naturale. Manuale pratico di igienismo naturale. La rivoluzione vegetariana: mangiare bene per vivere meglio.

 

alimentazione naturale

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *