5G: CRIMINE contro l’umanità e l’ambiente

Molte persone hanno provato a dissuadermi dal sostenere che il 5G sia un CRIMINE contro l’umanità e contro l’ambiente che ci circonda. Ho provato loro a spiegare le mie motivazioni ma, come spesso accade, chi sostiene la tecnologia e le sue novità, non è disposto a vedere i lati negativi che essa apporta.

In questo periodo, parallelamente al Coronavirus, anche il 5G sta diventanto un argomento di dibattito sempre più acceso e all’ordine del giorno.

Tuttavia se parliamo dei vari mezzi di informazione di massa (i cosidetti Media Mainstream per intenderci), in realtà, ancora oggi, su questi ultimi questo argomento non viene affrontato con la dovuta attenzione.

5G crimine contro l'umanità

Non c’è da sorprendersi se si è oramai da tempo consapevoli che questi canali (Tv in primis) siano sempre più riconosciuti come mezzi ideali per il controllo delle masse. Più che informarti in modo neutrale, infatti, essi manovrano il tuo pensiero, facendoti credere ciò che vogliono farti credere.

Per questo motivo, anche su richiesta di alcune persone, ho voluto dedicare al 5G un articolo su questo blog. Continuando a leggere, quindi, ti dirò perché:

Il 5G rappresenta un rischio concreto non soltanto per la salute dell'uomo, ma anche per l'ambiente e per tutte le specie viventi che lo abitano. Condividi il Tweet

Non mi dilungherò nel parlare degli aspetti tecnici legati all’argomento in oggetto. Di fatto ritengo che vi siano persone più qualificate per trattare l’argomento da un punto di visita scientifico.

Quindi, com’è avvenuto anche per gli articoli precedenti, ti darò semplicemente la mia opinione a riguardo, basandomi su riflessioni, studi di diversa natura ed anche su un “sesto senso” che mi ha permesso di capire adesso, come in passato, tante cose che non avrei potuto capire altrimenti.

Anche in questo caso, ti consiglio di mettere in discussione tutto ciò che leggerai. Se vorrai, potrai sempre verificare con ricerche, esperienze e sensazioni quanto sto per dirti.

 

INDICE  ~

  1. Cos’è il 5G ?
  2. Frequenze all’asta per oltre 6 miliardi di Euro
  3. Al di là del nostro parere e del nostro consenso
  4. Voci allarmanti dal mondo della scienza
  5. Sempre meno liberi, sempre più controllati
  6. 5G: gli alberi vanno abbattuti, ostacolano il segnale
  7. Non credo nella teoria del batterio, credo nella capacità dell’uomo di modificare la natura secondo la propria volontà
  8. Collegamenti tra Covid-19 e 5G: sono davvero tutte fake news?

~  ~  ~

 

COS’È IL 5G ?

Prima di tutto partiamo da che cos’è il 5G e cerchiamo di coglierne gli aspetti più importanti, ovvero quelli che differenziano questa nuova tecnologia dalle tecnologie precedenti.

5G: CRIMINE contro l'umanità. cos'è il 5g?

L’acronimo 5G si riferisce alle tecnologie di quinta generazione. Esse non riguardano soltanto la telefonia mobile, ma si riferiscono all’intero ambito che va sotto il nome di Internet delle Cose”.

In lingua inglese quest’ultimo viene definito Internet of Things (IoT) ed è la tecnologia applicata ai sensori, alle periferiche connesse e più generalmente a tutti quegli oggetti che si collegano alla rete locale, a internet, e che interagiscono tra di loro.

Poco più avanti citerò un esempio per farti comprendere di cosa stiamo parlando.

In sostanza, quindi, mentre all’inizio (Generazione 1G) questa tecnologia veniva impiegata esclusivamente per uso telefonico ed in particolar modo per le chiamate, dal 1990 in avanti si è assistito ad uno “sviluppo”, mi verrebbe da dire, sempre più sconsiderato, incontrollato ed inconsapevole di questa tecnologia.

 

Vediamo la cronologia:

  • Tecnologia 2G – ( 1991/1997 ) – utilizzo del telefonino semplicemente come emettitore/ricevitore di telefonate ed sms;
  • Nel periodo ( 1998/2007 ) si passa alla Tecnologia 3G – utilizzo del telefonino sia come emettitore/ricevitore di telefonate e di sms sia come dispositivo per navigare in rete;
  • Tecnologia 4G – ( 2008/2019 ) – oltre alle normali funzioni assicurate già dalla tecnologia 3G  e da quelle precedenti, si registra un incremento delle possibilità di connessione (ascolto musica, video chiamate, film in HD, etc.)
  • Con la tecnologia 5G – ( dal 2020 ) – non solo si assiste ad un vertiginoso aumento della connessione ma anche ad un cambio radicale dell’intera struttura di rete e di comunicazione.

Di fatto…

Con il 5G, noi esseri umani non saremo più gli unici utilizzatori di questa tecnologia, ma cominceranno ad utilizzarla anche gli strumenti che ci circondano. (Andrea Grieco) Condividi il Tweet

 

Veniamo ora all’esempio di cui ti accennavo poc’anzi.

Andrea Grieco (fisico che da anni si occupa delle problematiche connesse all’inquinamento elettromagnetico) nel parlare di quest’argomento e nel riportare l’assurdità della situazione cui stiamo andando in contro, riporta questo esempio:

“Il nostro frigorifero che avrà una sua CPU, un suo computer integrato, rileverà un giorno la mancanza della tua birra preferita. Autonomamente quindi si metterà in connessione con il supermarket, ordinando una cassa di birra, che ci verrà magari recapitata mediante altri mezzi di trasporto resi ‘autonomi’ come droni o auto senza pilota. Infine, per il pagamento non ci dovremmo neppure preoccupare, in quanto il frigo avrà già inviato, durante questo processo, il messaggio alla nostra banca, la quale avrà in automatico immediatamente provveduto all’invio del denaro al supermarket.”

Pensi che tutto questo sia uno scherzo? Tutt’altro, continua pure a leggere.

Vediamo ora qual’è la procedura per l’assegnazione dei diritti d’uso delle frequenze per la nuova tecnologia 5G.

~

 

FREQUENZE ALL’ASTA PER OLTRE 6 MILIARDI DI EURO

5G asta 6 miliardi di euro

Come avviene per gli immobili e per moltissime altre tipologie di oggetti di valore, per potersi aggiudicare una particolare banda di frequenza, si organizza un asta. In Italia le bande di frequenze assegnate sul finire dell’anno 2018 per la tecnologia 5G sono le seguenti:

  • 694 – 790 MHz
  • 2700 MHz
  • 3600 – 3800 MHz
  • 26,5 – 27,5 GHz (onde millimetriche).

La prima banda di frequenza è stata aggiudicata dalle compagnie telefoniche per un valore totale di circa 2 miliardi di Euro. La seconda e la terza banda sono state aggiudicate per un valore totale di oltre 4 miliardi di Euro. L’ultima banda (26,5 – 27,5 GHz), quella che ha un raggio molto limitato e che ha la caratteristica di essere fortemente schermata dalla vegetazione (vedi in seguito paragrafo “5G: gli alberi vanno abbattuti, ostacolano il segnale“), dalle mura, dalla pioggia e da vari altri ostacoli, è stata aggiudicata per un valore complessivo di 132 milioni di Euro.

~

 

AL DI LÀ DEL NOSTRO PARERE E DEL NOSTRO CONSENSO

5G: CRIMINE contro l'umanità, al di là del nostro consenso

Ti sorprende che abbiano speso tanto denaro per l’utilizzo di queste frequenze? E se ti dicessi che queste frequenze hanno effetti biologici visivi negativi su tutte le forme di vita (piante, animali, insetti, microbi e ovviamente l’uomo) come la prenderesti?

Cosa penseresti se ti dicessi che, nell’usare queste o altre frequenze, oggi come in passato, hanno completamente bypassato il consenso popolare, andando ben oltre il senso dell’etica, il rispetto per la salute e per l’ambiente?

Tanto per citare un esempio, hai mai partecipato ad un referendum attraverso il quale potevi esprimere il tuo voto a favore o a sfavore dell’utilizzo di una particolare tecnologia?

Forse non conta più il nostro parere, e di conseguenza non conta neppure il nostro consenso. Oramai agire a discapito del prossimo, per puro interesse economico sembra essere diventata la norma.

~

 

VOCI ALLARMANTI DAL MONDO DELLA SCIENZA

Di seguito ti riporto solo alcuni dei numerosissimi pareri medici e scientifici, nei quali mi sono imbattuto a proposito di questa tematica.

5G pareri scientifici

Il dottor Joel M. Moskowitz, direttore del Centro per la salute della famiglia e della comunità dell’Università della California, a Berkeley, nell’esprimere il suo parere a riguardo dice… sarebbe opportuno “garantire la precauzione prima di scatenare la tecnologia 5G sul mondo”.

Mark Steele, uno dei maggiori esperti globali di sistemi di armamento head-up display, riguardo al 5G sostiene che è letale. Dice Il 5G è un sistema d’arma del governo, una minaccia esistenziale per l’economia, per l’ambiente e per l’umanità. Se questi ripetitori sono ovunque significa che chiunque è a rischio.”

L’ex fisico del governo statunitense Dr. Ron Powell a proposito dei rischi legati al 5G afferma che: “…irradierebbe tutti, danneggiando con le radiazioni da radiofrequenza donne in gravidanza, feti, bambini piccoli… gli anziani, i disabili e gli ammalati cronici…”.

Infine, sempre dagli USA, arriva l’intervista shock di Martin Pall, professore emerito di biochimica della Washinghon State University di Portland. Il professor Pall, noto per essere tra i più accreditati studiosi al mondo di elettrosensibilità ed interazioni uomo-campi elettromagnetici ha detto: “Prevedo grandi catastrofi ecologiche e incendi, perché le piante soggette ai campi elettromagnetici sono più infiammabili. Possiamo essere certi che il 5G comporterà un numero di pulsazioni di gran lunga maggiore dei campi elettromagnetici attuali. Si tratterà di pulsazioni particolarmente potenti e rischiose. Potremmo avere vaste epidemie e vedere l’insorgere di 4 tipi di cecità: cataratta, distacco della retina, glaucoma e degenerazione maculare. Ci si aspetta inoltre danni ai reni. Se il 5G sarà realizzato secondo i piani stabiliti, tra 5 o 7 anni l’umanità sarà estinta”.

Ripeto che questi solo solo alcuni dei pareri che ho voluto riportare nell’articolo.

~

 

SEMPRE MENO LIBERI, SEMPRE PIÙ CONTROLLATI

5G: CRIMINE contro l'umanità: sempre meno liberi sempre più controllati

Un appello disperato di medici, scienziati e ricercatori dal titolo “Il 5G è un crimine contro l’umanità, fermatelo sia dalla terra che dallo spazio!” fu inviato nell’anno 2018 alle organizzazioni ONU, Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), Consiglio dell’Unione Europea ed ai vari Governi Nazionali. L’appello (la cui fonte la cito al termine del testo che riporto di seguito) riportava le seguenti parole:

Le società di telecomunicazioni di tutto il mondo, con il supporto dei governi, entro i prossimi due anni dovrebbero implementare la rete wireless di quinta generazione (5G). Sarà un cambiamento sociale senza precedenti su scala globale. Avremo case ‘intelligenti’, imprese ‘intelligenti’, autostrade ‘intelligenti’, città ‘intelligenti’ e auto a guida autonoma.
Praticamente tutto ciò che possediamo e compriamo, dai frigoriferi alle lavatrici, dai cartoni per il latte, dalle spazzole per i capelli e i pannolini per bambini, conterrà antenne e microchip e sarà connesso in modalità wireless a Internet.
Ogni persona sulla Terra avrà accesso immediato a comunicazioni wireless ad altissima velocità, anche nelle foreste pluviali, nel mezzo dell’oceano e nell’Antartico.
Se i piani del settore delle telecomunicazioni per il 5G si realizzeranno, nessuna persona, nessun animale, nessun uccello, nessun insetto e nessuna pianta sulla Terra sarà in grado di evitare l’esposizione, 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno, a livelli di radiazione a radiofrequenza che saranno decine o centinaia di volte più intensi di quanto irradiato oggi, senza alcuna possibilità di fuga da nessuna parte sul pianeta.

Fonte: Oasi Sana informazione libera e naturale

~

 

5G: GLI ALBERI VANNO ABBATTUTI, OSTACOLANO IL SEGNALE

5G: CRIMINE contro l'umanità e l'ambiente. Alberi abbattuti

A quanto pare gli alberi, soprattutto quelli che si elevano oltre una certa altezza, impediscono una ottimale irradiazione del segnale 5G.

Poco tempo fa mi resi conto che più riflettevo su questo particolare, più mi tornavano alla mente alcuni ricordi. Interi viali, della città in cui vivo, un tempo erano alberati e rigogliosi di vegetazione. Poi, da un giorno all’altro, erano stati per cosi dire “rasi al suolo” (guarda caso proprio nel 2018) per ragioni che non erano mai state realmente verificate.

Nel parlarne con mio padre, lui mi disse che, da ciò che aveva saputo parlando con la gente del posto, quegli alberi avevano contratto un particolare batterio. Questo batterio, secondo la loro opinione, stava letteralmente mangiando l’albero dall’interno e per questo motivo dovettero abbatterli tutti.

Non ti nascondo la tristezza e l’amarezza con le quali ho vissuto quel momento nel vedere quella scena dinanzi ai miei occhi. Soprattutto se confrontavo quella scena con le immagini (ben impresse nella mia mente) di un particolare viale che avevo sempre visto rigoglioso e pieno di verde.

Così la risposta che diedi a mio padre all’epoca fu “uhmmm”!

Non sono un arboricoltore né tanto meno un esperto di vegetazione, ma ho sempre avuto buon fiuto per queste cose. Mi sono sempre ritenuto fortunato per la mia accentuata propensione nel saper cogliere i “messaggi” della natura.

~

 

NON CREDO NELLA TEORIA DEL BATTERIO, CREDO NELLA CAPACITÀ DELL’UOMO DI MODIFICARE LA NATURA SECONDO LA PROPRIA VOLONTÀ

E mi spiace dirlo, forse deluderò qualcuno, ma non ho mai creduto alla teoria del batterio che uccide un albero. Tant’è che dovrebbe essere oramai oggi più che risaputo: i batteri sono ovunque, soprattutto in natura.

In neanche mezzo metro di corteccia di albero ce ne sono a miliardi. E ce ne dovrebbe essere uno, brutto e cattivo, che ha deciso di sterminare non uno ma tutti gli alberi di quel viale? E guarda caso proprio in corrispondenza della deforestazione cittadina che hanno messo in atto per la tecnologia 5G?

No, piuttosto credo nell’utilizzo spropositato di diserbanti, pesticidi, o altre tipologie di agenti chimici che vengono periodicamente utilizzati per bloccare una naturale crescita della vegetazione.

Credo negli effetti che derivano dall’aria inquinata, che hanno effetti nocivi per l’uomo, per la vegetazione e per tutte le sue forme di vita.

E credo nell’intento dell’uomo di sbarazzarsi di ciò che per lui è “superfluo” (come potrebbe essere un albero o una serie di alberi, nel caso del 5G, ma non solo) per rimpiazzarci edifici con tanto di antenne e ripetitori (come ad esempio un centro commerciale).

Se vuoi approfondire la questione e prendere coscienza di quanti altri casi, come quello da me riportato, sono stati rilevati soltanto in Italia, ti consiglio di vedere questo video:

Massimo Mazzucco: 5G e taglio indiscriminato degli alberi

~

 

COLLEGAMENTI TRA COVID-19 E 5G: SONO DAVVERO TUTTE FAKE NEWS ?

Se non è ancora sufficiente quanto hai letto fino ad ora per realizzare il pensiero che il 5G sia un crimine contro l’umanità, veniamo anche a questa ulteriore considerazione.

Martin Pall (professore emerito di biochimica di cui ti ho accennato poc’anzi) spiega in questo caso il possibile nesso Coronavirus-5G, focalizzandosi sulla molecola proteica del canale di calcio (VGCC), le cui eliche agiscono come sensore di tensione ai cambiamenti elettrici attraverso la membrana plasmatica.

E’ stato dimostrato che le frequenze esacerbino la replicazione virale, la diffusione o la letalità della malattia!

 

Altro studio compiuto da Ronald Neil Kostoff, laureato all’Università di Princeton in Scienze Aerospaziali e Meccaniche, autore di oltre 200 articoli peer-reviewed (tra cui lavori su Parkinson, Sclerosi Multipla, Alzheimer e SARS) e ricercatore affiliato impegnato a monitorare i pericoli delle irradiazioni elettromagnetiche, affronta direttamente i pericoli del wireless associandoli all’esacerbazione della pandemia di Coronavirus.

” Secondo Kostoff, con l’irradiazione permanente e ubiquitaria dell’elettrosmog ci troviamo a vivere nel più grande esperimento medico non etico della storia dell’umanità, considerato che nessuno ha espresso il proprio consenso a far parte di un test planetario condotto a cielo aperto con un vero e proprio bombardamento multi-frequenziale permanente.
Parlando di elettrosmog, pandemie e Coronavirus, citando in riferimento bibliografico ben 38 studi internazionali Kostoff dichiara poi come sia ormai comprovato il fatto che il wireless abbassi le naturali difese del sistema immunitario, esponendo le persone – evidentemente già accerchiate da altri agenti ambientali immuno-neurotossici – all’esposizione di virus e malattie.
E il Coronavirus, come già successo sempre in Cina con la SARS, non sarebbe altro che l’ennesima riprova della vulnerabilità di un organismo indebolito, anche e soprattutto dalla pericolosa sommatoria di 5G, 4G, 3G, 2G e Wi-Fi. “

Tratto da Oasi Sana informazione libera e naturale

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *