Burger vegan fatti in casa!

Anziché andarli a comprare al supermarket con tanto di conservanti, non è più salutare produrli da sé nella propria casa? Inoltre non hanno nulla da invidiare a quelli comprati, sia che siano vegani, vegetariani o di carne. A mio parere (e ciò vale anche per tutti coloro che li hanno assaggiati) sono buonissimi, oltre che visivamente attraenti 😉

Vediamo come farli…

Burger vegani fatti in casa

                                         Burger vegani fatti in casa

INGREDIENTI:

  • Riso integrale, 140 gr
  • Cipolla, 1
  • Spicchi d’aglio, 2
  • Carota, 1/2 piccola
  • Mazzetti di rosmarino, 2
  • Fette di pane integrale rafferme, 6
  • Farina di ceci (legante), 1 C
  • Curry, maggiorana timo, q.b.
  • Basilico, salvia, Curcuma, q.b.
  • Salsa tamari, 1 C
  • Pepe bianco, peperoncino, 1 pizzico
  • Sale e Olio evo, q.b.
  • Pan grattato integrale, q.b. (per l’impanatura)

 

PROCEDURA:

Io ho usato del riso integrale con la zucca che avevo cucinato la sera prima per cena. Non avendo intenzione di riscaldarlo per rimangiarlo allo stesso modo, ho preferito usarlo per fare i burger.

Il procedimento è molto semplice.

Per prima cosa, in una padella antiaderente facciamo un leggero soffritto (con 3/4 di acqua e 1/4 di olio evo) con gli spicchi d’aglio, la cipolla, la carota e il rosmarino tagliati fini fini. Aggiungiamo dopo qualche minuto tutte le spezie, mescoliamo e facciamo insaporire almeno per 7 minuti.

Nel frattempo mettiamo in un recipiente con dell’acqua tiepida le fette di pane integrale rafferme e lasciamole in ammollo almeno per 10 minuti (il tempo che si ammorbidiscono).

Ora versiamo nella padella antiaderente il riso e mescoliamo con il soffritto. Aggiungiamo il cucchiaio di salsa tamari e saliamo, ma attenzione a non salare troppo in quanto già la salsa tamari è di per sé molto salata (nel mio caso inoltre non è stato necessario in quanto il riso era già stato salato per la cena del giorno prima). Facciamo cuocere a fuoco basso almeno per 5 – 10 minuti in modo che il composto si amalgami e si insaporisca. Dopodiché chiudiamo sotto la fiamma e lasciamo che si raffreddi un po.

Scoliamo l’acqua dal recipiente del pane e strizziamo ogni singola fetta. Uniamo a queste, l’intero composto di riso. Frulliamo il tutto con un frullatore ad immersione, aggiungiamo il cucchiaio di farina di ceci e mescoliamo per bene.

A questo punto muniamoci di un un coppa pasta tondo (che dia la forma del burger) e di un piatto dove impanare il burger. Poniamo il coppa pasta al centro del piatto e versiamo per prima una buona manciata di pan grattato sul fondo di quest’ultimo (in modo che il composto non si attacchi sul piatto). Aggiungiamo il composto e appiattiamo in modo tale da formare circa 1 cm di spessore. Togliamo il coppa pasta con delicatezza (aiutandoci a staccarlo lateralmente con un leccapentola) e versiamo altro pan grattato sul burger. 

Riscaldiamo una padella antiaderente e imbeviamo un fazzoletto con dell’olio d’oliva che passeremo sul fondo della padella in modo da aiutare il burger a non attaccarsi a quest’ultima. Quando la padella sarà sufficientemente calda, facciamo cuocere il burger su entrambi i lati (per quanto siano saporiti, cerchiamo di non creare crosticine nere sul burger e quindi di rigirarli o toglierli sufficientemente prima dalla padella).

Serviamo i burger caldi guarnendo il piatto con verdure a piacere. Io ho usato delle semplici olive bianche e del rosmarino appena colto dalla pianta giardino. Ma ora che ci penso, ci sarebbero state benissimo in abbinamento anche delle salse particolari auto prodotte o anche per esempio la salsa al barbecue vegan.

Et voilà!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *